Il Ghiacciaio del Morteratsch in estate

Bocca del Ghiacciao del Morteratsch

 

Per chi si trova già nel Cantone dei Grigioni o nei dintorni, una tappa estiva consigliata è sicuramente il Ghiacciaio del Morteratsch, raggiungibile con il Bernina Express sia da Tirano che da Sant Moritz.

Incastonato tra le pendici del gruppo Bernina, il Morterastch è un enorme ghiacciaio visibile già a km di distanza, sia dalla strada che dalla fermata del celebre trenino rosso, che prende il nome dal ghiacciaio stesso.

La piccola stazione offre un ristorante-albergo per il pranzo e la cena, una biglietteria automatica ed un caseificio-museo, aperto in estate, dove è possibile vivere l’esperienza dell’antica arte casearia svizzera ed acquistare i formaggi locali. Su prenotazione è possibile partecipare anche ad un Alp-brunch.

Innamorarsi del Ghiacciaio del Morteratsch

Dalla fermata del Bernina Express, il ghiacciaio del Morteratsch è raggiungibile con una comoda passeggiata di circa un’ora e mezza, lungo il fiume Eno. Questo sentiero, totalmente pianeggiante, è percorribile anche in inverno con la neve. È percorribile anche con i bambini, persino in bicicletta.

Ghiacchiao di MorteratschQuesto immenso ghiacciaio, dagli oltre 3.000 metri scende fino a 2.000, passando dal bianco della neve ghiacciata all’azzurro dell’acqua che si scioglie nel fiume, proprio sotto ai nostri occhi.

Per raggiungerlo, si attraversano vari punti,partendo da fitti boschi della stazione del Bernina Express, proseguendo per un sentiero di ciottoli e pietre a dir poco panoramico, con zone di sosta e relax, che percorrono il fiume e sono l’ideale per fotografie da cartolina. Il sentiero offre un panorama alquanto vasto, che ci fa immaginare la maestosità di questo ghiacciaio migliaia di anni fa.

Passeggiando, si nota il cambio di colori del fiume sulla sinistra, sempre più grigio perché ricco di minerali man mano che ci si avvicina al ghiacciaio; sulla destra le montagne ed i percorsi per arrampicata ed altri sport.

Più si va avanti, più si rimane quasi incantati e si dimentica tutta la fatica. L’unico pensiero è poter toccare quella montagna il prima possibile. Ed è realmente possibile toccare quel ghiaccio, seguendo però le indicazioni di sicurezza.

La meraviglia del Ghiacciaio del Morteratsch

Lo spettacolo davanti a noi è maestoso, imponente, poetico.

Per chi ancora non è stanco, per gli appassionati di trekking, partendo dal sentiero principale, fuori dalla stazione del Morterasch del Bernina Express, è possibile arrivare sino al rifugio Capanna Boval, che offre un magnifico punto di osservazione del ghiacciaio e delle cime intorno, tra cui il Biancograt ed il Diavolezza.

Ghiacciaio del MorteratschIl percorso dura circa 2h 30 ed il sentiero, dapprima pianeggiante, inizia a salire gradatamente verso il lato destro della vallata. La vegetazione comincia a sparire, lasciando ampi spazi sempre più visibili e lasciando il Ghiacciaio del Morteratsch sempre più in basso, mostrandoci così tutta la sua estensione.

Dopo qualche tornante si giunge alla Capanna Boval, dove ci si può rilassare, pranzare e soprattutto ammirare il panorama: dal ghiacciaio del Morteratsch fino al Diavolezza ed alle altre cime della catena del Bernina. Dalla Capanna Boval si può proseguire per altri percorsi sui ghiacciai o scendere a valle, ripercorrendo lo stesso tragitto dell’andata.

Il Morteratsch, i suoi sentieri, i suoi colori vi attendono.

Alessandra Prevosti

Fotografa, travel blogger e travel consultant per passione, amo il mare,Formentera, Ibiza, la Sicilia e le isole in genere.
Scrivo di viaggi e sono appassionata di fotografia, viaggi e scrittura. Ho deciso di provare ad unire queste tre passioni insieme, creando il mio blog.
Viaggiatrice sin da piccola, mi considero nata per scoprire il mondo.
A sentire amici e parenti, la mia è una dote non molto nascosta: tanto studio, unito alla passione ed esperienza mi hanno portato a creare questo blog, sperando possa essere d'aiuto a molte persone.
Per chi cerca angoli sconosciuti in luoghi anche conosciuti..sono qui!

Latest posts by Alessandra Prevosti (see all)

Comments are closed.

x

Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.