Meteo dell’Engadina: un viaggio nella valle incantata

 

Quanti di voi, attraversando l’alta Valtellina con il Trenino Rosso del Bernina nelle varie condizioni meteo dell’Engadina, hanno avuto la sensazione di vivere un viaggio nella valle incantata? È proprio così, amici! La vista dei paesaggi di questa zona dell’alta Valtellina, che appare a dir poco paradisiaca, appartiene infatti a una delle aree alpine con le caratteristiche meteorologiche e climatiche più particolari.

Questo, senza dubbio, rende gli scorci naturalistici tra i più diversi e attraenti possibili. Gli esperti definiscono il clima di tale valle alto-alpina come “continentale e secco”, facendo intendere che qui le precipitazioni sono di natura assai limitata. In ognuna delle quattro stagioni, in special modo se arrivate da località di pianura piuttosto umide, oltre che spesso ricche di smog, potrete apprezzare immediatamente il benessere psico-fisico generato in particolare dalla tipologia di aria secca, profumata e pulita.

Meteo dell’Engadina in estate

Avete scelto l’estate? Se cercate un rimedio naturale all’afa opprimente, senza tuttavia privarvi di un po’ di caldo, qui troverete un clima molto mite e secco, con nottate veramente godibili e fresche, e tanta ossigenazione naturale. Di tanto in tanto qualche breve temporale risalirà il lago di Como o si formerà in loco, ma i quantitativi maggiori di pioggia (e grandine!) si registrano nella stragrande maggioranza dei casi in bassa Valtellina. Anche in questa stagione si presentano venti di fohn alpino che aumentano ulteriormente la nitidezza dell’aria e della vista.

Le cime più elevate, ad esempio quelle del Corvatsch e Saint Moritz, presentano alcuni nevai, mentre le zone boschive più in basso sono rigogliose e con un verde lussureggiante, che ben si sposa con l’acqua cristallina e azzurra dei quattro laghi principali di St. Moritz, Silvaplana, Champfèr e Sils.

Meteo dell’Engadina in autunno

Trenino Rosso in autunnoAvete scelto l’autunno? Senza dubbio, anche in questo caso, avete fatto centro! Anche in questa stagione, le piogge non sono mai incessanti, e i colori tipici autunnali dei boschi si specchiano nei laghi, creando un panorama mozzafiato. Il clima notturno diviene più freddo, ma sempre piuttosto secco, mentre la neve si abbassa di quota. Il più caratteristico fenomeno dell’autunno è il “serpente del Maloja”: una fascia di nuvole sottili, che dalle cime del passo del Maloja si estende lungo la valle intera e fino all’alto lago di Como. Per gli engadinesi, questo significa l’arrivo del brutto tempo, ma in realtà il fenomeno è legato a strati atmosferici più umidi alle diverse quote.

Meteo dell’Engadina in inverno

Avete scelto l’inverno? Oltre a raccomandarvi di coprirvi bene, vi suggeriamo prima di tutto una curiosità: nelle prime ore del mattino, a fondovalle, nella piana di Samedan, d’inverno le temperature possono essere anche di 10° centigradi inferiori a quelle sul Corvatsch, posta a un’altitudine di 1600 metri superiore, con abbondante strato di brina e galaverna che si accumulano giorno dopo giorno. Anche in questo caso, il freddo è comunque in gran parte secco, con scarse precipitazioni durante la stagione.

Ma la seconda particolarità è che, malgrado nevicate non molto frequenti né abbondanti, tutto ciò che cade si accumula e ricama ogni superficie per settimane intere anche alle quote inferiori, grazie al soleggiamento di soli 322 giorni all’anno. Questo aspetto, unito alla neve molto spesso di tipo “farinoso”, accomuna molto la zona a quella delle Montagne Rocciose, negli Stati Uniti d’America! L’inverno vero, quello secco, pulito e amabile anche per gli occhi, vi attende, magari tra qualche piatto caldo tipico e l’atmosfera delle feste a scaldarvi il cuore!

Meteo dell’Engadina in primavera

Trenino Rosso in primaveraAvete scelto la primavera? Bellissima l’Engadina anche a primavera, specie con il suo naturale risveglio di aprile e maggio! Se poi troverete una giornata di fohn, molto frequente in questo periodo dell’anno, lo spettacolo sarà assoluto! È questo il momento in cui il sole torna ad illuminare la valle, scoprendola dal suo fascino invernale e proiettandola di nuovo verso una mite e rigogliosa estate senza eccessi.

Tutto questo e molto altro è vivibile e godibile a pieno ogni volta che vorrete, grazie al Trenino Rosso del Bernina, un vero treno di emozioni indimenticabili in mezzo alle Alpi.

Alessandro Bonvegna

passione per la montagna, la natura, i viaggi e la scrittura. Amante dell'Appennino tosco-romagnolo e della fotografia naturalistica, in continuo movimento, come la tramontana d'inverno.

Comments are closed.

x

Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.