Tutto il percorso del Trenino Rosso arriva in una scatola: il gioco-libro del Bernina adatto ai più piccoli e non solo, è in vendita.

La biblio.ludo.teca La Sorgente di Poschiavo, per festeggiare il decimo anniversario della sua attività e dell’inserimento nel Patrimonio Unesco della linea, già da qualche mese, ha messo in vendita il “Trenino Rosso – Gioca e scopri la linea del Bernina”, creato in collaborazione con Alessandra Jochum Siccardi, Pierluigi Crameri, presidente dell’Associazione, e “L’Incontro”. Il gioco-libro è disponibile anche in vari negozi della valle e online, sul sito della Ferrovia Retica.

Un prodotto totalmente made in Valposchiavo, dove è stato ideato, illustrato, tradotto, realizzato e impaginato, un gioco che ha conquistato il pubblico per la sua originalità e i suoi dettagli, divertente ed istruttivo.

Il gioco-libro del Bernina: cosa contiene

Il gioco-libro del Bernina è un gioco da tavolo che contiene vari livelli e percorsi a seconda dell’età, con mappe, stazioni e carte da gioco, pedine a forma di locomotiva e autopostale, che si rincorrono sul tracciato del passo fino alla destinazione finale, attraversando ponti, gallerie e i paesaggi alpini caratteristici. Le sfide, adatte fino a quattro giocatori, comprendono quiz a tema, una serie di domande le cui risposte sono contenute nel libro illustrato compreso nella scatola. Il libro contiene informazioni, curiosità, aneddoti, descrive le stazioni e i villaggi, racconta la storia della ferrovia e dei suoi maggiori personaggi, gli aspetti tecnici, mostra foto recenti e storiche. Un’occasione, quindi, per imparare divertendosi, un gioco per bambini, amici, famiglie, per scoprire questo Patrimonio Unesco, mettere alla prova le proprie conoscenze e puntare anche sulla fortuna. Tutti i testi sono sia in italiano che in tedesco.

Gioco-libro del Bernina- Giochi di societàIl progetto è stato realizzato grazie al sostegno economico della Ferrovia Retica, dell’Ente Turistico Valposchiavo e di altre organizzazioni locali. Il gioco-libro del Bernina costa circa 36 franchi, e il ricavato andrà a favore di tutte le attività promosse dalla biblio.ludo.teca La Sorgente che coinvolgono bambini, adulti e anziani, e per i lavori di manutenzione e adeguamento della struttura per i visitatori con difficoltà motorie.

Il gioco-libro del Bernina: la biblio.ludo.teca La Sorgente, l’ideatrice

Il gioco-libro del Bernina non è la prima nuova idea nata da La biblio.ludo.teca La Sorgente di Poschiavo, che, dalla sua fondazione, rappresenta un punto focale nella vita culturale e soiale della Valposchiavo. L’associazione è nata dieci anni fa riunendo nello stesso edificio la biblioteca e la ludoteca, già esistenti nel comune. Il complesso è formato dal ristrutturato fienile della chiesa di San Vittore Mauro e da una nuova costruzione. Raccoglie migliaia di libri, giochi, CD e DVD, una sala lettura e un archivio fotografico, rappresentando uno delle poche strutture così bene attrezzate del suo territorio. L’associazione senza scopo di lucro è formata da vari collaboratori che, sin dalla sua fondazione, lavorano soprattutto a titolo volontario e si impegnano per mantenerla operosa. Con un’attenzione particolare per le produzioni locali, l’associazione mette a disposizione dei cittadini una grande quantità di materiale per la consultazione e lo studio, collabora con gli istituti scolastici e altri enti, alterna tra tradizione e modernità per stare al passo con le trasformazioni tecnologiche e digitali. Tanti sono gli incontri organizzati dalla biblio.ludo.teca durante l’anno che offrono nuove proposte didattiche e nuovi spunti per tutte le età.

Gioco-libro del Bernina per bambiniLa biblio.ludo.teca La Sorgente si trova in Via dal Cunvent 4 a Poschiavo ed è aperta generalmente lunedì, mercoledi, giovedi e sabato nelle ore pomeridiane, con qualche variazione nel periodo invernale ed estivo.

Il gioco-libro del Bernina non vuole essere una guida turistica classica o solo un passatempo per i bambini, è qualcosa in più: raccoglie informazioni che cerca di trasmettere in una maniera alternativa per raggiungere più persone e fasce d’età, far conoscere ed apprezzare le bellezze del territorio e magari, perché no, suggerire nuove fermate e spunti di viaggio.