Numeri del Trenino del Bernina- Inverno

 

Ancora una volta i numeri del Trenino del Bernina sono da capogiro. Come sottolineato da Gigi Negri, direttore del Consorzio turistico Terziere superiore: “Da quando il Trenino è stato dichiarato patrimonio dell’Unesco, Tirano è diventato un punto di riferimento turistico per tutta la Valtellina.  Chi si ferma a Tirano magari lo fa solamente per una notte, per poi riprendere il proprio viaggio a bordo del pittoresco ed ormai celebre convoglio, ma a trarne giovamento è sicuramente tutto il brand valtellinese”.

I numeri del Trenino del Bernina: quali, quanti e quando

I numeri del Trenino del Bernina parlano da soli: lo scorso anno, nel 2018, sono stati 670mila i turisti che hanno visitato questa zona dell’Italia, più dei 639mila del 2017. Piccoli grandi risultati, questi, che sottolineano come il trenino più famoso del mondo sia un’attrazione che ammalia grandi e piccini in qualsiasi stagione dell’anno. Poco importa se piove, fa caldo o nevica: a bordo di quel razzo rosso, tutto è più magico, e gli scenari che si possono vedere sono a dir poco incantevoli.

Una visibilità importante, dunque, quella che hanno avuto gli alberghi tiranesi, che hanno contato la presenza di turisti provenienti da ben 55 Paesi. Tutti lì per prendere la linea di cui hanno tanto sentito parlare o visto in qualche documentario o video su internet. Le cose belle, si sa, attraggono, e quando si può unire natura, arte, storia, architettura, relax e buona cucina, è praticamente impossibile non cadere in tentazione.

Nello specifico, dai dati emersi è chiaro che il massimo dei numeri del Trenino del Bernina si sono verificati a Tirano nel mese di agosto – dunque in piena estate -: tra arrivi e partenze, si sono contate quasi 100mila presenze. Tra maggio e settembre, invece, le cifre oscillano tra i 55 e gli 80mila. Cifre non indifferenti, che colmano le mancanze dei mesi invernali, in particolare di novembre, quando si sono registrate “solo” 27mila persone.

Un po’ per il freddo, un po’ per la paura, forse, di trovare la linea interrotta per la neve, i turisti preferiscono andare sul sicuro e optare per il caldo, quando è comunque ancora possibile trovare le cime delle montagne innevate e i laghi ghiacciati. Emozioni grandi, proprio come i numeri del Trenino del Bernina.

I numeri del Trenino del Bernina: quelli che contano

Numeri del Trenino del Bernina- TiranoLe altre cifre da non sottovalutare, ovviamente, sono le seguenti:

  • 2.253: i metri in cui si trova il punto più alto lungo il percorso, l’Ospizio Bernina;

  • 2008: l’anno in cui il Trenino Rosso è stato riconosciuto patrimonio dell’Unesco;

  • 70: 70xmille, la pendenza massima che il treno è in grado di superare;

  • 55: le gallerie attraversate;

  • 196: i viadotti percorsi.

Numeri che si potrebbero magari giocare, chissà che si rivelino fortunati! Al treno sicuramente lo sono stati, e hanno trasformato l’economia della città in cui è apparsa la Madonna e quella delle zone limitrofe. E vedere il trenino ogni giorno sfrecciare davanti al Santuario a Tirano non è solo una grande soddisfazione, ma anche, per restare in tema, una benedizione…

Non ci sono quindi scuse per non fare questo viaggio emozionante, sia da soli che in compagnia, magari abbinato alle terme, se si è in coppia, o alla casa di Heidi, per chi decide di partire  con la famiglia.