Torre pendente di Saint Moritz

 

Sapevi della torre pendente di Saint Moritz? Facciamo un passo indietro: la città, comunemente sinonimo di stile, di lusso, di celebrità, in realtà è anche cultura, tradizione, storia, natura e sport. La città engadinese è poi ricca di testimonianze del passato, del passaggio di importanti personalità politiche e religiose sin dal Medioevo, attratti soprattutto dalle sue ancora più antiche miracolose acque termali da godersi ancora oggi nelle spa locali. Proprio l’ingrandimento della città e il sempre più alto numero di turisti hanno contribuito alla volontà di abbellimento generale, ordine e pulizia delle strade, salvaguardia e messa in sicurezza degli antichi edifici a partire dalla fine dell’’800. In questi anni viene demolita la centenaria Chiesa di San Maurizio, data la sua instabilità, ma il suo campanile, la sua torre, rimane in piedi. O meglio, pendente!

La torre pendente di Saint Moritz: cause della pendenza

La storia della torre pendente di Saint Moritz risale al dodicesimo secolo, quando viene costruita contemporaneamente alla chiesa di San Maurizio su un terreno non idoneo, mobile, a causa del quale proprio la chiesa venne ritenuta in pericolo di collasso e smantellata nel 1893 (la chiesa era dedicata a Maurizio il Martire, che proprio a St. Moritz si era rifugiato per evitare di soccombere ad un sacrificio umano. Maurizio venne venerato e adorato in tutti gli angoli dell’Impero, dell’Engadina, invocandone la protezione e dedicandogli le cappelle).

Torre pendente di Saint Moritz- StoriaLa torre e l’intero quartiere circostante si innalzano su un territorio molto instabile, franoso, che si muove verso il lago vicino. Anche il destino incerto della torre incerto è al voto, ma i cittadini decidono di salvare i 33 metri di costruzione.

Durante gli anni vengono installati supporti orizzontali in cemento armato per stabilizzarla e vengono ripetuti interventi per correggerne l’inclinazione. Nonostante, infatti, agli occhi dei locali la torre rimane ordinaria e dei turisti purtroppo anonima, l’edificio ha un’inclinazione di 5.4 gradi, ben maggiore di quella della Torre di Pisa. Esperti e professionisti hanno installato nuovi strumenti e sismografi per raccogliere dati, monitorizzare costantemente i movimenti della torre e mandare i risultati all’Università di Zurigo.

La torre pendente di Saint Moritz oggi è un simbolo e un punto di riferimento per i locali, mentre i turisti ne apprezzano l’estetica, ne rispettano la storia e la consigliano soprattutto come finestra panoramica sulla città.

La torre pendente di Saint Moritz: dove si trova

Chi arriva in città in treno, dalla ferrovia, camminando verso nord, troverà facilmente la torre dopo pochi minuti, di fronte al Grand Hotel Kulm. Così come da altri punti del centro, o dal lungolago: occorre risalire il corso principale. In ogni caso, vale la pena una breve passeggiata fino alla torre, osservare le sue decorazioni, l’orologio dipinto in rosso e giallo.

Dalla base della torre pendente di Saint Moritz si può godere di una bella vista sulla città, oppure ammirare alle sue spalle la veduta sulle montagne, tutti panorami da cartolina. Organizzare un picnic nel parco circostante potrebbe rivelarsi una piacevole alternativa primaverile-estiva per la famiglia.

Torre pendente di Saint Moritz- Vecchia cartolinaL’ingresso al cortile è gratuito, mentre l’interno della torre è chiuso al pubblico. Adiacente al campanile, da citare è il cimitero monumentale storico e signorile del diciannovesimo secolo. Lo spettacolo di sera dalla torre è ancora più suggestivo grazie alle luci di tutta la città e la quiete del lago. L’inverno e la neve regalano invece un paesaggio, sempre dalla torre, romantici e nostalgici.

La torre pendente di Saint Moritz potrebbe aggiudicarsi anche un triste primato, la torre più pendente d’Europa. Guinness World Records qualche anno fa, nel 2005, l’aveva inserita tra le possibili vincitrici del titolo, ma i vari interventi ingegneristici ne avevano corretto l’inclinazione riabbassandone (fortunamente!) i gradi.