LE FERMATE

Engadina

L’Engadina è una delle valli del canton Grigioni ed è una delle valli abitate più alte d’Europa. L’Engadina è protetta da alte montagne su tutti i lati ed è famosa per il suo clima soleggiato, i bellissimi paesaggi e le attività all’aperto praticabili, anche se più che altro è conosciuta e ricordata perché vi si trova Saint Moritz.

Il nome Engadina significa letteralmente il Giardino dell’Inn e deriva dal fatto che il fiume Inn sorge qui e la percorre fino ad arrivare in Austria, dove prosegue il suo percorso; la valle è divisa in due dalla Punt’Ota (ponte alto): l’Alta e la Bassa Engadina sono due zone distinte.

L’Alta Engadina (situata tra i 1.600 ed i 1.800 metri d’altitudine) è caratterizzata da una vasta zona pianeggiante, dove si trovano quattro laghi: i laghi di Sils, Silvaplana, Champfer e Saint Moritz. Intorno a questa piana si sviluppano fitti boschi di cembri e larici, mentre sulle montagne circostanti è rilevante la presenza di ghiacciai.

L’Alta Engadina è collegata alla Val Bregaglia tramite il Passo del Maloja (valicabile attraverso la strada) ed alla Val Poschiavo dal Passo del Bernina (valicabile con il Bernina Express). I Comuni dell’Alta Engadina sono, partendo da sud: Segl, Silvaplana, Saint Moritz, Celerina, Pontresina, Samedan, Bever, La Punt, Madulain, Zuoz e S-chanf.

La Bassa Engadina è morfologicamente molto diversa da quella Alta: ha una pendenza ben più scoscesa (tra i 1.610 ed i 1.019 metri), è più stretta perchè l’Inn ha scavato nel corso dei secoli profonde gole tra le rocce. Questo tratto di valle termina al confine con l’Austria.

Oltre che paesaggisticamente l’Alta e la Bassa Engadina si distinguono anche dal punto di vista linguistico: in Alta Engadina viene parlato il Puter e in Bassa Engadina il Vallader, due idiomi romanci con ognuno la propria scrittura ufficiale, e gli engadinesi li riassumono con il termine Rumantsch Ladin.

Recentemente però a causa della forte crescita del turismo e della conseguente crescita economica, l’Engadina è stata luogo di immigrazione di gente che non conosce la lingua romancia: lo svizzero tedesco si è sempre più diffuso nella zona con il rischio che la lingua originaria scompaia.

Dal punto di vista geografico la valle dell’Engadina si trova al centro della catena alpina e costituisce la parte superiore della valle 300 km lungo Inn. Dal Passo del Maloja (1.815 m) al confine di Alto Adige (1.000 m) a nord di Vinadi la valle si estende per una lunghezza di 100 km, sempre sopra i 1.000 metri di altitudine. Le montagne più alte della valle si trovano nella catena del Bernina nella parte superiore.